fbpx

Prestito Compass

Prestiti Compass, ecco Il Prestito Compass per realizzare i tuoi desideri.

Tra tutti i finanziamenti o prestiti che ti permettono di realizzare i tuoi obiettivi, Compass Banca, istituto di credito appartenente al Gruppo Mediobanca, è una delle realtà più apprezzate ed affermate a livello nazionale. Se in questo momento hai necessità di nuova liquidità per esigenze personali o per coronare i tuoi sogni, tieni conto che Compass vanta una serie di finanziamenti degni di nota.

prestito compass

PRESTITI E FINANZIAMENTI COMPASS: ECCO L’ITER PER OTTENERLI

Richiedere un prestito Compass è molto semplice. Oltre a recarsi in filiale, sono in molti i diretti interessati che si muovono online, allegando una copia della carta di identità e del codice fiscale, una copia delle ultime tre buste paghe o del cedolino della pensione o ancora dell’ultima dichiarazione dei redditi. Ovviamente, occorrono anche i codici IBAN e BIC del conto corrente su cui si intende ottenere l’importo desiderato.

A fronte di assenza di busta paga o di cedolino pensione, l’iter è più lungo in termini di istruttoria: la finanziaria milanese, infatti, effettua controlli più dettagliati. A seguito di eventuale accettazione dell’imborso desiderato e di conseguente erogazione con accredito in conto corrente, parte il piano di rimborso. Le rate vengono saldate con scadenza il 30 di ogni mese o in alternativa il 15, sulla base di ciò che è stato deciso a contratto.

COMPASS QUINTO

La Cessione del Quinto Compass: a fronte di 1/5 del proprio stipendio o della propria pensione, al netto delle entrate, ti dà la possibilità di ottenere liquidità aggiuntiva per un importo massimo pari a 75.000 euro, rimborsabili in un periodo massimo corrispondente a 96 mesi. TAN e TAEG partono rispettivamente dal 5,98% e dal 6,14%. Supponiamo di richiedere un importo paria 10.000 euro da rimborsare entro 60 mesi. Con Compass Quinto ogni rata mensile verrà a fare 193,1833 euro per un totale del costo di finanziamento corrispondente a 11.591 euro.

PRESTITI COMPASS FINALIZZATI

La mission di fondo dei prestiti Compass finalizzati ruota attorno la possibilità di consentirti di procedere all’acquisto di beni o di servizi a tasso agevolato. Sono davvero numerosi gli esercizi che risultano convenzionati in ambito nazionale. Che tu intenda rinnovare l’arredamento di casa, prendere elettrodomestici all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, goderti un viaggio presso una meta esotica con un tour organizzato, comprare un’auto nuova o una moto usata, organizzare una cerimonia, ristrutturare casa, fronteggiare spese impreviste, come ad esempio quelle di natura sanitario o in ambito legale, i prestiti Compass finalizzati ti danno l’opportunità di centrare appieno il suddetto obiettivo.

Ma non è tutto. Un ulteriore vantaggio degno di nota riguarda i lavoratori autonomi: i finanziamenti in questione possono essere richiesti anche da chi non ha busta paga. Vi sono prestiti Compass finalizzati in formato Business con cui la finanziaria milanese intercetta al meglio le variegate esigenze degli imprenditori e dei liberi professionisti. La somma massima richiedibile ammonta a 50.000 euro e i piani di rimborso sono a tasso fisso: si pagano, perciò, rate costanti per l’intera durata del piano di rimborso, anche in questo caso sino a 96 mesi.

Per ogni tua esigenza, Compass ti propone dei finanziamenti in grado di sostenerti nei tuoi progetti d’acquisto. Hai a disposizione diverse opzioni tra le quali scegliere: in maniera personalizzatala rata e la durata del tuo prestito, decidere di saltare una rata una volta all’anno senza costi aggiuntivi o consolidare prestiti già in corso in modo da tenere sempre sotto controllo tutte le tue spese.

MINICREDITO

Tra i finanziamenti Compass troviamo , specie in un lasso di tempo particolarmente critico come quello attuale, dove gli italiani comprano prevalentemente a rate, il Minicredito, un finanziamento senza busta paga. Target di riferimento di questa proposta commerciale presente nella catalogo della finanziaria milanese è prevalentemente costituito da chi non ha busta paga. L’importo massimo erogabile è pari a 1.500 euro. Il piano di ammortamento, di durata massima pari a due anni, viene ricostruito versando rate leggere, dipendenti in ogni caso dal saldo a debito.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.